• Fabrizio Fazzolari

STOP AI MUTUI 100% CON GARANZIA CONSAP

Aggiornato il: giu 28





Negli ultimi anni la maggior parte dei mutui erogati è stato concesso grazie ad uno speciale fondo di garanzia a favore delle banche. Il fondo erogato dal CONSAP.

Questa garanzia prevede il fatto che nel caso in cui il cliente non avesse pagato

regolarmente il mutuo lo Stato sarebbe intervenuto a favore della banca nella misura del 50% del capitale finanziato.

Capirai quindi che le banche avevano assoluto interesse a concedere i mutui facendosi garantire dal fondo.

Dal 13 Ottobre con il nuovo DPCM il fondo Consap in merito all'erogazione dei mutui prima casa non esiste più, o meglio, è stato ”ridotto” ed è rimasto attivo soltanto per una piccolissima parte di clientela.

Prima del 13 Ottobre le banche approfittano quindi della garanzia anche per qualsiasi mutuo erogato anche non al 100%.

Questo ha portato gradualmente al diminuire del budget messo a disposizione dallo Stato.

Oggi quindi, come dicevo poc'anzi è possibile ancora accedere al fondo di garanzia ma a differenza di prima solo in pochi potranno accedervi.

Già dall’origine vi erano due tipologie di clienti che potevano accedervi, i clienti Prioritari ed i clienti Non Prioritari.


Da oggi in poi potranno accedervi soltanto i PRIORITARI, che sono giovani di età

inferiore ai 35 anni che però abbiano un lavoro atipico oppure persona singola non

coniugata separata, divorziata o vedova con almeno un figlio convivente minore.

Questo vuol dire che la banca dovrà applicare dei criteri di valutazione molto più rigidi sul cliente che richiede un mutuo perchè a differenza di prima praticamente non avrà più la garanzia dello Stato a suo favore.

Se ci mettiamo poi il fatto che già in passato la banca preferiva non concedere un mutuo ai clienti prioritari perchè persone più a rischio e perchè lo Stato li obbligava anche ad avere dei trattamenti di favore economici a favore del mutuatario (tassi di interesse molto bassi) converrai con me che oggi sarà molto più complicato poter ottenere un mutuo.



Tutte le domande già inoltrate alla Consap entro il 13 Ottobre sono da considerarsi accolte secondo i requisiti previsti dalla precedente normativa.

Per tutte le nuove richieste si dovrà invece, far riferimento alla nuova normativa che ha modificato sostanzialmente tutte le vecchie abitudini.

Vendere casa oggi diventa ancora più complicato se non ti affidi ad un agente immobiliare professionista, non si può più vendere casa a “sentimento” oggi ancora di più.

Ma torniamo alle modifiche e all’impatto che tali modifiche possono avere a riguardo.

Capirai che oggi questo cambio di normativa che annulla completamente l’erogazione del fondo per i clienti non prioritari andrà ad impattare notevolmente sul numero di compravendite di case e a lungo andare questo potrebbe anche far abbassare ulteriormente i prezzi delle case.

Quindi se stai pensando di vendere casa e se stai pensando che questo non è il momento giusto per vendere forse ti stai sbagliando, forse ti conviene accelerare la vendita affidandoti ad un serio professionista prima che avvenga il tracollo soprattutto se la tua casa è in una zona medio popolare.

Ti dico questo perchè è proprio nelle zone medie, cioè quelle dove si vende di più che la difficoltà ad accedere ad un mutuo gestito da Consap potrebbe essere un problema.

Nelle zone più ricche di Torino dove si paga in contanti o dove si fa al massimo il 50% di mutuo non cambierà nulla. Ma nelle zone normali invece è probabile che se non arrivi un correttivo dallo stato nei prossimi mesi si può andare in contro ad un decremento del numero delle vendite.


Intanto per il fondo Consap non è più concesso ai clienti non prioritari.

Sappi che la quasi totalità dei mutui concessi con la garanzia del fondo Consap erano

concessi a clienti non prioritari.

Sembra strano ma ti spiego il motivo.



Le banche avevano la possibilità di concedere questo mutuo anche ai clienti prioritari, cosa che però normalmente non facevano.

Non lo facevano semplicemente perché erano obbligati dallo stato ad applicare dei tassi di interesse molto bassi, molte volte non potevano neanche mettere delle polizze assicurative a garanzia perchè l’inserimento di tale polizza rischiava di far superare il tetto massimo di Taeg previsto dal fondo. previsto dalla legge, quindi anche se non te lo diranno mai , per forza di cose la banca preferiva garantirsi con il fondo Consap ma allo stesso tempo concedere il mutuo ai clienti non prioritari. per guadagnare di più se non pagava lo stato interveniva per il 50% del capitale finanziato.


CHI SONO IO PER DIRTI QUESTO?




Fabrizio Fazzolari,

il piacere di parlare con qualcuno che ti capisce.




__________________________________


Come sai, mi chiamo Fabrizio Fazzolari e faccio l’agente immobiliare da 1997.

Se hai bisogno di una valutazione reale e di un grande aiuto per vendere casa, la casa che ti sei sudato con tanti sacrifici, sei nel posto giusto.


Chiamami al numero verde


Oppure richiedi la tua valutazione gratuita cliccando qui

180 visualizzazioni0 commenti