• Fabrizio Fazzolari

MERCATO IMMOBILIARE PRIMI MESI DEL 2018 [all'alba del 2019]

Aggiornato il: giu 29

Anche nei primi mesi del 2018 continua la ripresa del mercato immobiliare. Il più volte annunciato rilancio del mercato immobiliare in Italia potrebbe essere arrivato. Nel primo trimestre dell'anno in corso le compravendite immobiliari sono state pari a 176.687.





I dati dell'Agenzia delle Entrate segnano un aumento delle compravendite a livello nazionale con un nettissimo + 4,3% (rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente). Tra le grandi città sono state Bari e Napoli a far rilevare l'incremento più elevato segnando un +13,1% e + 11,8%. Da un preliminare sondaggio fatto sulla nostra rete, i prezzi risultano sostanzialmente stabili.



E Torino? In crescita anche lei + 3,9%.




In attesa di sapere cosa ci riserva il mercato immobiliare in questo primo semestre appena trascorso, cerchiamo di capire cosa ha caratterizzato il 2017.

A livello di prezzi le grandi città chiudono con stabilità, i capoluoghi di provincia segnano una contrazione del 2% e le periferie delle grandi città chiudono con un -2,7%. Tra le grandi città, Torino segna una crescita del 3,9%.

Un trend positivo, insomma. Nel 78% dei casi si compra l’abitazione principale, segue il 22% rappresentato dagli investitori. Tra i venditori, il 57,3%lo fa per reperire liquidità, il 30,6% per migliorare la qualità abitativa. Le tipologie più acquistate sono i bilocali (38,9%), seguite dai trilocali con il 36,4%.

Importante da ricordare, per chi avesse intenzione di vendere, è che dal 2008 ad oggi i prezzi sono scesi di oltre il 50%.



Per recuperare questa discesa, se pur il mercato inizi a tirare, sono necessari parecchi anni, quindi è inutile aspettare che il tuo alloggio riprenda il valore di 10 anni fa, potrebbero volercene altri 10 (sempre che il mercato continui a salire).


Meno di 60 giorni è il tempo medio che ho impiegato a vendere gli alloggi.


Il fatto che le compravendite siano cresciute del 3,9% è un ottimo segnale, vuol dire che è tornata la voglia di comprare e questo non fa altro che accelerare i tempi di vendita.


Quindi questo è il momento giusto per intavolare una vendita in tempi brevi.


Nel secondo trimestre 2018, le famiglie italiane hanno ricevuto finanziamenti per l’acquisto dell’abitazione per 13.862 milioni di euro: una crescita pari a +8,5% rispetto allo stesso periodo del 2017. Oggi quindi ci troviamo di fronte ad un incremento importante dei finanziamenti legati alle compravendite immobiliari. In conclusione? Visti i prezzi degli immobili ancora convenienti e i tassi dei mutui molto bassi, permangono interessanti opportunità sul mercato immobiliare per chi vuole comprare sia a scopo abitativo sia a titolo di investimento.



I tempi di vendita sono ancora in lieve diminuzione perché l’incontro tra domanda e offerta è decisamente più veloce. Gli ultimi dati ci dicono che per vendere un immobile occorrono 134 giorni nelle grandi città, 164 giorni nei comuni dell’hinterland e 157 giorni nei capoluoghi di provincia.


143 giorni è il tempo medio per vendere casa a Torino.

Meno di 60 giorni è il tempo medio che ho impiegato a vendere gli alloggi (dati da gennaio/settembre ‘18).



Vuoi scoprire come ho fatto? Guarda il video!





Se hai bisogno di una valutazione reale, sei nel posto giusto. Chiama il numero verde 800 688 722 oppure clicca qui per lasciare i tuoi dati


Articolo di Fabrizio Fazzolari, agente immobiliare dal 1997.

Clicca qui per scoprire i motivi per il quale potresti scegliere me per vendere la tua casa.











__________________________________


Come sai, mi chiamo Fabrizio Fazzolari e faccio l’agente immobiliare da 1997.


Se hai bisogno di una valutazione reale e di un grande aiuto per vendere casa, sei nel posto giusto.

Richiedi la tua valutazione gratuita cliccando qui


oppure chiamami al numero verde




4 visualizzazioni0 commenti